Diego M.

Ho riscontrato nelle salienti argomentazioni esposte ieri da GC piena rispondenza con la mia posizione maturatasi e centratasi da anni; posizione che di fatto mi è stato impossibile condividere nel tempo anche a scopo evolutivo e non solo interiore, causa dilagante decadimento cognitivo nelle persone.
Ero già dubbioso dai tempi degli studi superiori che il percorso convenzionale di indottrinamento fosse quello corretto o il migliore, e quindi davvero tale; avvertivo piuttosto ripetuti segnali interiori per i quali mi sembrava di essere tenuto ad agire assecondando imposizioni e schemi avversi a principi e fondamenti di una verità ben diversa da quella insegnatami, a tutt’oggi a me ignota.

Ho avuto conferma dal suddetto incontro di gruppo che ogni uomo-criceto è recluso ad esercitare un lavoro-movimento apparentemente produttivo e dinamico, più verosimilmente statico ed irrimediabilmente ciclico; io, per indole desideroso di evolvere senza tregua per traguardare e gestire massimi risultati, ho di certo intrapreso sfide ed accudito scelte tese a stravolgere la mia condizione di uomo-criceto. Tuttavia, in coscienza so che pur avendo ottenuto obiettivi gratificanti e milionari, ad oggi rimango un uomo-criceto perchè ignorante di quella conoscenza della verità senza la quale, come riferivo a GC, da solo dubito di potere salvare me e mia moglie dal pianificato diluvio universale.

Leave a Reply

This site uses User Verification plugin to reduce spam. See how your comment data is processed.