Ben ritrovato/a!

Siamo felici che tu abbia deciso di andare avanti. Le cose che leggerai qui di seguito potranno spiazzarti, ma sono le verità sul perché sta succedendo tutto quello che sta succedendo nel mondo, una prima parte di verità che devi sapere, per poterti salvare.

Le informazioni te le daremo per gradi, perché le verità possono disturbare parecchi, quelli educati a credere in menzogne. La stragrande maggioranza delle persone è stata educata sulle menzogne, e ci credono fino al punto che se li metti di fronte alle verità, potrebbero sentirsi muovere la terra sotto i piedi (destabilizzati). Non è nostra intenzione destabilizzare nessuno, quindi ti daremo le verità per gradi, e solo se ne farai richiesta.


In breve, il Grande Reset è un piano per il ripristino degli equilibri fra produttività e consumi, il cui fine è quello di prevenire l’ingrippo del meccanismo di scambi su cui è fondata l’esistenza dell’uomo e quello di garantire alle nuove generazioni un mondo in cui poter vivere e prosperare secondo natura. Se nessuno facesse nulla in questo senso, entro pochi anni arriveremo al collasso globale, il che significa fine dell’umanità.

Il Grande Reset è una cosa positiva per l’umanità, e si salverà da fare la fine del topo (perdita di tutti i dititti alla vita vera) soltanto chi imparerà a considerarlo tale e si adopererà a sfruttare al meglio la crisi che sta per arrivare.

Sappiamo come si sfrutta al massimo la crisi, conosciamo i dettagli del piano del Grand Reset, e vogliamo informare, formare e supportare più persone possibili a farlo, perché più persone sapranno, più persone potranno salvarsi da fare la fine del topo e più velocemente potranno salvarsi.

Stiamo attraversando una fase che serve a dare l’ultimo giro di vite a un progetto per la creazione di un mondo migliore, un mondo in cui gli uomini possono vivere e prosperare in completa libertà e in equilibrio perpetuo con la natura.

E’ un mondo voluto dalla massoneria, un gruppo di persone che nel 1717 si sono riunite per dare il via al progetto di cui sopra.

Il progetto per la costruzione (massoneria = masonry (in inglese) = muratori = costruttori) del mondo migliore è un piano basato su concetti che sono in perfetta sintonia con la naturalità della vita dell’uomo e con il suo interesse a prosperare e a evolversi, sempre più velocemente.

Quello che contraddistingue maggiormente la vita degli uomini da quella degli animali, è appunto l’interesse a prosperare, cioè a migliorare sempre più le proprie condizioni di vita. Quando l’uomo riesce in questo intento, diminuendo al tempo stesso gli sforzi, allora piò dire di evolvere.

Prosperità, progresso e evoluzione sono le tre parole chiave che contraddistinguono maggiormente la nostra vita da quella degli animali. Chi non prospera, non progredisce e non si evolve, non è un uomo, è un animale. Al mondo d’oggi, sono pochissime le persone che possono dire di prosperare, e questi pochissimi sono quelli che contribuiscono al progresso e all’evoluzione della specie uomo, un’evoluzione, che si misura, lo ripeto, dal livello di benessere raggiunto e dall’intensità degli sforzi fatti in questo senso. Questo significa che per la maggior parte, siamo animali.

Prosperità, progresso e evoluzione, sono termini di cui la stragrande maggioranza delle persone non conosce nemmeno il significato, e questo perché educati a pensare ad altro, a disinteressarsi a questi tre aspetti della vita.

Il motivo per cui il mondo sta andando a rotoli e per cui la Terra sanguina (livello di malessere e sofferenza in molte, troppe persone in tutto il mondo) è perché la stragrande maggioranza delle persone è disinteressata a prosperare, a progredire e a crescere, un disinteresse conseguenza dell’educazione a credere che per essere felici bisogna sapersi accontentare di poco.

Siamo stati educati a sbattercene di cose di primaria importanza per vivere da uomini veri ed è per questo che siamo sfruttati come bestiame. Come vacche veniamo governati finché produciamo latte, dopodiché veniamo mandati al macello. Il macello sono gli ospedali e tutto il sistema sanitario, che finché produciamo si prende cura di noi, quando non produciamo più ci lascia morire.

Ecco, quello che sta succedendo dall’inizio del 2020, con la scusa del Corona Virus, un influenza stagionale spacciata come peste bubbonica, è la prima fase di un piano per l’eliminazione delle masse, che andrà avanti fino alla fine del XXI secolo. Il progetto in questione si chiama Agenda 21, è un progetto coordinato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, che viene promosso pubblicamente come un piano per la sostenibilità del pianeta, che è quello che è, veramente, perché diminuendo la popolazione mondiale, la vita sulla Terra diventerà sostenibile.

La situazione attuale non è più sostenibile, perché siamo arrivati al punto in cui troppe persone non sono più capaci di produrre abbastanza e di contribuire abbastanza al progresso dell’umanità. Secondo le regole della naturalità della vita dell’uomo, che ripeto sono basate sull’interesse ad andare a stare sempre meglio, riducendo sempre più gli sforzi (progresso e evoluzione), chi non contribuisce al progresso, diventa un peso per tutti gli altri, che invece contribuiscono.

Al mondo d’oggi le persone che contribuiscono al progresso sono molte poche, e questi di sostenere tutti gli altri che non contribuiscono, perché non ne sono capaci o non sono interessati a farlo, non ne hanno per niente voglia. Non solo, il numero delle persone che sta male al mondo d’oggi è troppo grande, e il loro malessere è la conseguenza del fatto che non sono più abbastanza produttivi.

La capacità produttività di moltissime persone in vita oggi, è stata surclassata dalla produttività delle macchine e dei robot. Siamo al punto che le macchine e i robot, grazie all’intelligenza artificiale, sono diventati molto più produttivi di moltissime persone, e questi sono gli obsoleti, uomini che non servono più, non solo come risorse umane a fini produttivi, ma anche come consumatori, perché il quanto possiamo consumare è relativo a quanto produciamo.

Morale della favola, siamo troppi, produciamo troppo poco (individualmente) e consumiamo troppo (come massa) e questo squilibrio fra produttività e consumi sta causando molto malessere e molta sofferenza, in molte persone in tutto il mondo. Se nessuno intervenisse, arriveremo al collasso globale, cioè all’ingrippo del meccanismo su cui si basa la vita dell’uomo sulla Terra, e quindi anche il suo progresso. Se questo accadesse, sarebbe la fine per l’umanità. Nessuna persona dotata di buon senso vorrebbe che accadesse, ma pochissimi sono in grado di fare qualcosa a riguardo, per scongiurare il peggio, e questi pochissimi sono i padroni del mondo, quelli che hanno il potere di decidere per tutto e per tutti sulla Terra.

Ci sono delle persone che sono in grado di intervenire per evitare il peggio, e lo stanno facendo. Attraverso i piani dell’Agenda 21 e del Nuovo Ordine Mondiale, che insieme sono il Grande Reset, stanno lavorando affinché gli equilibri fra produttività e consumi vengano ristabiliti, e quello che stanno facendo, è creare le condizioni affinché gli obsoleti, cioè i non più produttivi e i non più utili, che tutti insieme sono considerati una zavorra al progresso dell’umanità, “escano di scena”. Pandemie, vaccini e 5G sono, fra le altre cose, gli strumenti che utilizzano per raggiungere l’obiettivo, che è quello di ridurre la popolazione mondiale di circa il 90%, entro la fine del XXI secolo. Ci riusciranno, nessuno glielo può impedire e, onestamente, chi, fra coloro che capiscono il rischio umanitario (collasso), vorrebbe farlo? Quelli che parlano male del piano del Grande Reset sono persone male informate che, come tali, non possono salvarsi perché incapaci di crescere, a livello produttivo, tanto quanto è richiesto dall’umanità per progredire.

Cosa c’entra tutto questo con il piano massonico per la creazione del mondo migliore di cui sopra? C’entra eccome. Infatti, quelli che rimarranno dopo che la zavorra sarà stata eliminata, saranno persone molto migliori di noi, molto migliori di quanto lo siano stati gli uomini nelle ere precedenti alle loro.

Quella sarà l’umanità 2.0, un’umanità composta da individui così sviluppati, che non avranno bisogno di lavorare, perché avranno le macchine che lavoreranno per loro.

Immagina di vivere in un mondo in cui non hai bisogno di lavorare per procurarti le cose che ti servono per star bene, un mondo in cui non ci sono né conflitti né guerre, un mondo in cui le persone convivono sotto l’insegna dell’amore e del rispetto reciproco. Ti piace l’idea? Ti piacerebbe vivere in quel mondo? Certo che si, chi non lo vorrebbe.

Ecco, il Grande Reset serve a garantire ai posteri quel mondo e chiunque si mette in mezzo, cercando di impedire ai padroni del mondo di arrivare al loro obiettivo è una persona destinata ad essere eliminata. Fra tutti quelli che hanno tentato di andare contro al piano per la creazione del mondo migliore, JFK è il più noto. Ce ne sono stati altri in passato e ce ne saranno altri in futuro, tutte persone che, magari, non sapevano nemmeno nulla di quello a cui andavano incontro, perché ignari del piano massonico in questione.

Tutto questo per dire che se vuoi salvarti, devi cominciare a ragionare come loro, come i padroni del mondo, cioè come quelli che vogliono assicurare alle nuove generazioni un mondo sano, in cui poter vivere e prosperare in equilibrio perpetuo con la natura, e che vogliono impedire la fine dell’umanità (collasso globale).

Riuscire a cambiare punto di vista su quello che sta succedendo nel mondo e, quindi, accettare di buon cuore il Grande Reset, è il primo passo verso la salvezza. Il secondo passo, cioè l’altra cosa che devi imparare a fare, è diventare parte di quelli che stanno lavorando affinché l’umanità progredisca e si evolva sempre più velocemente, il che richiede che tu sia a conoscenza di come funziona il mondo, una conoscenza che ti permetterà di capire qual’è il modo migliore per agire, nel mondo, per tutto il tempo che esisterai.

Se agirai bene, diventerai una persona ben voluta dai padroni del mondo, e questo loro apprezzamento si trasformerà in concessione della libertà.

Quindi, riepilogando…

  1. cambiare il punto di vista su quello che sta succedendo, sul grande reset e sul mondo in generale
  2. imparare come funziona il mondo per poi…
  3. …diventare un super contribuotre al progresso e guadagnarti la libertà.

Tutto questo è quello che devi imparare a fare se vuoi salvarti e se vuoi garantire ai tuoi figli e ai loro figli una vita da uomini liberi, e noi siamo qui per aiutarti in questo senso.

Ti insegneremo le cose che nessuno ti ha mai insegnato, su come funziona il mondo, su come si diventa super produttori e super contributori, e ti aiuteremo anche a diventarlo.

Per ora abbiamo finito. Se vorrai saperne di più, scrivici utilizzando il modulo alla fine di questa pagina, e se ci piacerà quello che ci avrai detto su tutto quello che hai letto fino a qui e su chi sei, ti daremo accesso ad altro materiale informativo, in cui ci sono informazioni di approfondimento sull’argomento piano massonico, massoneria, mondo migliore, e come si diventa parte dei super contributori all’umanità per guadagnarsi la libertà e per salvarsi da tutto quello che sta per succedere, di conseguenza al piano per il Grande Reset.

Prima di salutarti, ti dico che il progetto La Soluzione non è solo un progetto di informazione, ma anche di formazione e supporto, cioè oltre a dirti quello che nessuno ti dice e che devi sapere per salvarti, ti possiamo anche aiutare a riuscirci. Leggi i tre blocchi sotto, e poi se decidi di approfondire, scrivici per presentarti e per chiederci accesso alle altre pagine e agli altri contenuti (audio-video).

Cordiali saluti e tanti auguri, indipendentemente.

Gabriele Cripezzi

Informazione

Le verità su come funziona il Sistema, il meccanismo di scambi, fondamenta dell’esistenza dell’uomo sulla Terra, come non le dice nessuno. Sono le verità che devi sapere per risolvere il problema del secolo, cioè la perdita di tutti i diritti, la schiavitù eterna e anche il fallimento delle aziende (zombie), e per tornare a vivere in libertà, nel pieno dei diritti, come sovrani.

Sono informazioni che forniamo attraverso questo sito e attraverso incontri in video conferenza.

Formazione

Siamo stati ingannati su tutto, a 360 gradi, cioè abbiamo accettato menzogne come verità su quasi tutto quello in cui dovevamo credere e su cui dovevamo essere preparati per procurarsi le cose che ci servono per star bene e per contribuire positivamente alla società, al mondo. Questo inganno è quello che ci costringe all’interno di un mondo artificiale, fatto di soddisfazioni artificiali, all’interno del quale, con il passare degli anni, siamo esistiti sempre più nell’interesse di altri, più che nel nostro. Per una ventina d’anni siamo esistiti nell’esclusivo interesse di altri, come schiavi, e ora che non gli serviamo più, ci vogliono eliminare. Questo è, in poche parole, la fine del topo a cui sono destinate le masse.

La chiamano schiavitù moderna, ed è la condizione in cui vive il 90% della popolazione mondiale di conseguenza a un condizionamento psicologico a credere in menzogne. 

Si esce da questa condizione di schiavitù, riappropriandosi delle nostre vite, imparando a sfruttare la conoscenza sulle verità che intendiamo divulgare attraverso il progetto La Soluzione, e la parte formativa del progetto La Soluzione è, in buona sostanza, un percorso di decondizionamento psicologico, necessario a tornare a vivere alla massima espressione. 

Supporto

Vivere alla massima espressione significa saper sfruttare al massimo le proprie potenzialità per poter dare il meglio di noi nel mondo, così da ottenere il massimo in cambio dalla vita. E’ una capacità naturale, ma che perdiamo con il passare degli anni, perché viviamo in un mondo in cui le cose funzionano al contrario e in cui veniamo educati a vivere alla minima espressione. In altre parole, nasciamo tutti sovrani, ricchi e molto potenti, sia spiritualmente che mentalmente, ma moriamo poveri, impotenti e schiavi.

La soluzione al problema Grande Reset consiste nel tornare a vivere alla massima espressione, per poter raggiungere un livello di produttività necessario a poter contribuire parecchio al progresso dell’umanità. Questo ti farà guadagnare il diritto alla libertà, che contrariamente al pensiero popolare, non è un diritto ma un merito.

La libertà che ci viene concessa è direttamente proporzionale all’ammontare di valore che apportiamo nella società e nel mondo e, quindi, a quanto siamo capaci di contribuire al progresso. Più apportiamo e contribuiamo, più libertà ci viene concessa. Al contrario, meno apportiamo, meno libertà ci viene concessa. Il motivo per cui sei uno schiavo e sei in procinto di perdere quel poco di libertà che ti era rimasta, è da ricercare nel fatto che apporti poco alla società e contribuisci poco al progresso.

Devi imparare ad apportare molto e a contribuire molto, per uscire dal mondo degli schiavi e salvarti da fare la fine del topo. Serve tempo per imparare a diventare super contributori, un tempo che non hai, perché i cancelli che separano il mondo degli schiavi in cui vivi adesso dal mondo degli uomini liberi, si sta per chiudere. Hai bisogno di qualcuno che già lo sappia fare e che ti aiuti in questo senso, e questo è quello che possiamo fare per te, sia sotto l’aspetto della vita privata che professionale.

Scrivici

Presentati a dovere.