Il mondo funziona in base a un Sistema creato da alcune persone, un paio di secoli fa, per raggiungere un obiettivo ben preciso.

I benestanti e i liberi, che sono meno del 10% della popolazione mondiale, sono quelli che conoscono queste persone, il loro piano e il Sistema che hanno creato.

Sono loro che decidono chi può e chi non può vivere liberamente in questo mondo, e se non sai chi sono queste persone, cosa vogliono raggiungere e come funziona quel Sistema, non puoi fare altro che vivere di conseguenza a quello che decidono loro. Se non conosci il loro piano e il Sistema che hanno creato, puoi ambire solo alla sopravvivenza, dopo aver imparato ad accontentarti di sempre meno, nonostante tu lavori sempre di più e ti dia sempre più da fare. Questo è esattamente quello che ha dovuto imparare a fare la gente, cioè accontentarsi di sempre meno, nonostante lavorassero sempre di più e si dessero sempre più da fare, in tutti i sensi.

Se sei preoccupato per tutto quello che sta succedendo nel mondo dall’inizio del 2020, se sei vittima della tassazione, se devi spogliarti al check-in all’aeroporto per imbarcarti su un aereo, se paghi per parcheggiare l’auto in strada, se mandi i tuoi figli in scuole regolamentate dallo Stato (scuole pubbliche o private non fa differenza), allora sei parte della massa, cioè del 90% che negli anni ha dovuto imparare ad accontentarsi di sempre meno, nonostante lavorasse sempre di più, e questo fa di te un condannato a perdere tutto, secondo il piano per il Grande Reset.

Se non sei molto preoccupato per quello che sta succedendo, allora sei uno stolto o un incoscente, uno che vive nel mondo delle favole, uno che vive di illusione e di speranza. Non hai scampo.

Se invece sei molto preoccupato e stai cercando disperatamente una soluzione, o quanto meno di capirci qualcosa in tutto quello che sta succedendo nel mondo, allora sei nel posto giusto e al momento giusto, perché conosco i dettagli del piano per il Grande Reset, conosco le persone di cui sopra, conosco il loro piano, e perché adesso è il momento giusto per agire. Conosco il loro obiettivo e il Sistema che hanno creato per arrivarci, e so come fare a entrare nel loro mondo, per salvarsi da fare la fine del topo.

Sono uno delle sei persone in Italia che sanno come si risolve il problema Grande Reset e come si fa a sfruttare al meglio quello che sta per succedere, per ribaltare completamente la situazione, cioè per passare dall’essere vittime a essere artefici, non del male, ma della propria vita. Fra questi pochi, io sono l’unico che è interessato a dirlo ad altri, il che significa che sono l’unica speranza che hai, se fai parte della massa.

Quello che c’è da sapere riguardo al Grande Reset e su come si risolve il problema del secolo (Grande Reset) sono cose che non possono essere divulgate pubblicamente, perché se è vero che solo la verità rende gli uomini liberi, è anche vero che le verità in questione causerebbero molti danni a molti, educati a vivere secondo menzogne, educati a credere in menzogne, che in molti casi sono diametralmente opposte alle verità.

Una verità che posso dire e che è importante sapere, è che la causa dei problemi della gente, la vera ghigliottina sul collo della gente, non è il Sistema, o il capitalismo, come molti credono, sbagliando, ma l’ignoranza di molti, anzi di troppi, sul Sistema, cioè su cosa sia e su come funziona. La gente pensa di sapere, ma non sa. La gente non sa nulla di cosa significhi veramente Sistema e di come funziona, ma crede di saperlo. E’ l’illusione di sapere che impedisce a molti di continuare la ricerca della verità e che fa sì che il danno e il malessere popolare non possa essere risanato.

Fra i tanti illusi e ingannati, ci sono molti “che non se le bevono”, e che sono ancora alla ricerca della verità, perché hanno capito di non averci capito ancora nulla. Queste sono le persone a cui siamo diretti con il progetto La Soluzione; mosche bianche che hanno il cervello, prima di tutto, e poi anche gli strumenti e le risorse per risolvere il problema, un problema che può essere risolto in un solo modo, cioè uscendo dal mondo della massa ed entrare a far parte del mondo dei benestanti. E’ un passaggio che richiede molto sforzo nell’impiego di risorse di gran valore, intellettuali prima di tutto, perché richiede molta capacità di pensiero critico e la capacità di valutare informazioni molto diverse da quelle in cui siamo stati indotti a credere, per tutta la vita.

Alcune di queste informazioni:

  • La democrazia non è mai esistita e mai esisterà
  • Lo Stato è il tuo nemico numero uno e attraverso le istituzioni fa di tutto per impedirti di agire, di fare. Allo Stato, della gente non importa nulla.
  • Il grande reset è un piano a favore dell’umanità, non contro l’umanità.
  • Gli alieni esistono, ma non sono gli omini grigi, secchi e con gli occhi grandi, e nemmeno quelli verdi con il naso a trombetta.
  • Non si fanno soldi lavorando, perché il lavoro è tassato. Il lavoro non nobilita l’uomo, lo rende schiavo.

La gente, ignorante e cogliona, perché se le beve tutte, pensa che i benestanti (tutti) siano la causa di loro mali e delle loro sofferenze, e sono convinti che stanno bene perché svolgono attività criminali o illecite. La gente odia i benestanti, perché li considerano la causa dei loro problemi. Niente di più sciocco. Esistono i benestanti criminali che svolgono attività illecite, ma sono una minoranza, una minoranza di cui si parla. Di quelli che stanno bene e che non fanno del male a nessuno, e che anzi, contribuiscono molto al benessere sociale e al progresso, non se ne parla, semplicemente perché non fa notizia, non acchiappa l’interesse della gente, un interesse basato sul voler incolpare altri per i propri fallimenti.

Li chiamano “quelli dell’élite”, ma dell’élite non sanno nulla, di chi siano quelli che appartengono alla vera élite, non ne sanno nulla.

L’élite esiste, ma non è quella che ti hanno dato a credere. La vera élite è quella composta da persone super per bene, che diversamente da quelli che la gente crede siano l’élite, cioè dei criminali in giacca e cravatta che vengono messi davanti alle telecamere, corrotti e mercenari che per i soldi e per il potere venderebbero la propria madre, contribuiscono parecchio al progresso sociale e anche dell’umanità. L’élite vera è quella composta da persone che sanno come procurarsi molto benessere, ma che al tempo stesso creano le condizioni affinché anche altri possano fare altrettanto. Questo è il principio di reciprocità, fondamenta della vita delle persone che compongono la vera élite, che sono le fondamenta su cui è fondato il Sistema.

Si, il Sistema è fondato su quei principi di reciprocità, che sono i principi naturali su cui è basata la vita dell’uomo, più precisamente la produttività dell’uomo, quindi di tutti noi.

Tutti, nessuno escluso, viviamo e produciamo (benessere a tutto tondo) secondo quei principi, ma mentre il 90% della popolazione produce poco e vive di stenti, perché mal educati su come funziona il Sistema e sul mondo in generale, il 10% produce moltissimo e vive nel lusso, perché sanno come funziona il Sistema e lo sanno sfruttare al massimo. I primi stanno per perdere tutto, non solo beni, patrimonio e aziende, ma anche diritti, mentre i secondi sono al sicuro, cioè non rischiano nulla, e andranno a stare sempre meglio.

Morale della favola… vuoi salvarti dal piano per il Grande Reset? Vuoi salvare le tue proprietà, i tuoi possedimenti, le tue aziende? Allora devi sapere come funziona il Sistema, e io sono l’unico in Italia che può e vuole dirtelo.

Concludendo…

Siamo all’inizio di una fase di transizione fra due epoche, che per molti significherà la fine, mentre per altri, pochi purtroppo, significherà immensa ricchezza e benessere. Devi decidere da che parte vuoi stare, e devi decidere velocemente, perché il tempo a disposizione, per fare quello che c’è da fare, sta per terminare.

Questo è tutto quello che posso dire pubblicamente. Il resto posso dirlo solo a pagamento, durante incontri a porte chiuse. Gli incontri durano due giorni e costano 2.500 Euro. Se non puoi permetterti di investire 2.500 Euro ma vuoi sapere, allora puoi partecipare agli incontri di gruppo promossi attraverso Progetto Arca.

Scrivimi

se hai domande e se sei interessato a saperne di più (incontri individuali).