Risposte a Christian

Buonasera, ho aspettato un po’ prima di scrivere per trovare le giuste parole. Personalmente ho sempre avuto un fuoco dentro, una domanda, un esigenza nel capire l’animo di ognuno nel profondo, del perché siamo qui, e qual’è il significato. Ho sempre pensato che noi tutti viviamo contro i nostri stessi interessi, l’ho trovo palese e tu spiegando la filosofia Vrijl non hai fatto altro che confermarlo. Credo nel mio piccolo di aver capito profondamente da dove veniamo, chi siamo e dove stiamo andando, tanto che una sera mentre leggevo e ripensavo a tutto ciò che dicevi mi sono commosso perché l’ho trovata come la vera essenza della logica e della razionalità, un illuminazione. Questa è la mia verità assoluta e oggettiva.
Approfondendo la filosofia Vrijl, che è molto più antica della società omonima e di tutto questo teatrino, probabilmente, anzi sicuramente l’ho fraintesa, perché non capisco obbiettivamente cosa centra interagire e scambiare (produrre) sempre di più con sempre meno sforzo, con il creare sudditi obbedienti e ignoranti, quindi tu evolvi, elevando la razza ariana, a scapito di migliaia e migliaia di individui, la quale unica colpa e nascere e far parte del 90% della popolazione che detiene tutta assieme solo il 10% della ricchezza globale. Oltre tutto siamo arrivati a questo punto perché per quanto ho capito, la tabella di marcia lo ha previsto, come ha previsto tutti gli eventi fino dal primo dopo guerra del secolo scorso, sempre a favore nella creazione ed elevazione della razza umana più pura, autoproclamata la più dignitosa nel vivere su questa terra. Liberta, prosperità, vita basata su concetti di reciprocità, ecc, tutto sempre a scapito altre vite. Si è disposti a sacrificare miliardi di persone per questi bei ideali?
Io non ci sto, non tanto per chi esegue tutto invocando il senso civico, è perso, ma per chi in 2 anni non ha dato alcun consenso a tutto ciò, sta lottando e ha capito cosa sta succedendo, il cui senso critico è molto presente. Persone che stanno perdendo tutto, casa, lavoro, ogni cosa creata a fatica con gli anni. Queste persone sono tantissime, che fine faranno se non si piegano? La verità è che avranno una sorte peggio della morte, un declino lento ed inesorabile, fatto di sofferenze e rinunce sempre più grandi. Bene; mi sento dalla loro parte, e la scritta che avete trovato sul mio profilo vuole legittimare questo e quanto scritto sopra.
Detto ciò, sono voluto rientrare perché voglio capire, perché evidentemente mi sfugge qualcosa, capire cosa c’è di giusto in questo futuro, sarò ancora legato ad ideologie passate e contro la nostra natura e non riesco a liberarmene per comprendere lo scopo ultimo e voglio mettermi in discussione per capire. Gabriele e tutti voi, ho avuto il piacere di conoscervi, e mi siete piaciuti tantissimo, sono stato sempre a mio agio nonostante le tematiche, esattamente per questo cerco un confronto non solo con Gabriele, ma con tutti voi.
Chiedo scusa per l’attesa, il lavoro mi tiene impegnato costantemente, e visto l’ultimo messaggio, non so se il mio intervento è ormai fuori luogo, spero di no.


Approfondendo la filosofia Vrijl, che è molto più antica della società omonima e di tutto questo teatrino, probabilmente, anzi sicuramente l’ho fraintesa, perché non capisco obbiettivamente cosa centra interagire e scambiare (produrre) sempre di più con sempre meno sforzo, con il creare sudditi obbedienti e ignoranti, quindi tu evolvi, elevando la razza ariana, a scapito di migliaia e migliaia di individui, la quale unica colpa e nascere e far parte del 90% della popolazione che detiene tutta assieme solo il 10% della ricchezza globale.

1) come hai approfondito? Dove hai trovato le informazioni a riguardo?
2) creare sudditi ubbidienti – istinto dell’uomo a dominare e a sfruttare. = Natura umana
3) “a discapito” – Pesce grosso mangia pesce piccolo. Nella vita devi decidere che pesce vuoi essere. Se pensi che il moondo dovrebbe essere popolato da persone tutte uguali, cambia pianeta, cambia razza di appartenenza. Il mondo non funziona così, non funzionerà mai così, perché l’uomo funziona così. E’ la razza umana, è essere umani, parte dell’umanità.
Il problema, comunque, non è lo sfruttamento, ma quanto si sfrutta e quanto si viene sfruttati. Il problema è IL QUANTO. Se sei un pesce grande hai il potere di decidere QUANTO sfruttare, se sei un pesce piccolo non hai il potere di nulla e su nulla, e sei in balia del potere di atri.
Quindi, smetti di farti troppi problemi, adeguati all’umanità e datti da fare per diventare un pesce grande. Quando sarai grande, potrai decidere per le sorti tue, dei tuoi figli e magari anche dell’umanità, se sarai una persona super per bene, perché quelli che decidono per le sorti dell’umanità sono persone super per bene.
PS: Le cose che hai trovato sull’argomento Vril sono CAZZATE.


“razza umana più pura”

No, razza umana più PRODUTTIVA e più EVOLUTA


“autoproclamata”

Certo… se sei superiore, scegli e decidi. Il punto non è l’autoproclamarsi, ma il farlo bene o male, cioè “mi autoproclamo bene o male? Dico di essere superiore. E’ vero o no?” Se la risposta è no, allora sei un fasullo, e i fasulli durano poco. Questi signori sono esistiti per secoli, e credimi, si sono proclamati bene, cioè SONO SUPERIORI.


“Si è disposti a sacrificare miliardi di persone per questi bei ideali?”

Non è per questo ideale che le vite vengono sacrificate. L’ideale è un altro, e si chiama “garantire un proseguimento dell’umanità”, un umanità che non proseguirebbe, se nessuno facesse nulla, cioè se nessuno eliminasse la zavorra, i mediocri, quelli che non servono più a nulla, che sono quelli che hanno preso la vita alla leggera (leggerezza e spensieratezza), miliardi di persone che hanno creduto nelle favole per tutta la vita (religioni comprese). “Felicità, è un bicchiere di vino, con un panino, la felicità…” (Albano e ROmina), oppure “Per essere felici bisogna sapersi accontentare di poco”. Vi hanno preso per i fondelli, ci siete cascati, l’avete bevuta, e ora pagherete il prezzo. “Basta che vinca ‘a ROma…!” (tifosi, intratenimento, ecc – tutti bambini che per molti anni hanno avuto il paese dei balocchi, ma che ora stanno per perderlo)


“per chi in 2 anni non ha dato alcun consenso a tutto ciò”

Il consenso lo hanno dato, accettando di vivere alla leggera, sbattendosene di molti problematiche di cui non avrebbero dovuto sbattersene. Il consenso lo hanno dato accettando di essere tassati sempre di più, adeguandosi alle leggi e alle regole, prendendo come ideali personaggio inventati dai media, lasciando che i loro figli venissero educati dagli insegnanti nelle scuole statali, ecc ecc. Potrei andare avanti per ore.


“sta lottando e ha capito cosa sta succedendo”

Tipo? Cosa stanno facendo?


“il cui senso critico è molto presente.”

Il senso critico non ce l’hanno, sono lobotomizzati. Quelli che hanno capacità di pensiero critico (non senso critico, non significa nulla), devono AGIRE. Se non agisci, l’essere capaci di comprendere non serve a nulla. A nulla serve capire, se poi non smuovi il culo per reagire, e la stragrande maggioranza di quelli che tu pensi che agiscano e reagiscano, in realtà non fanno nulla, nel senso che quello che fanno è INUTILE, non porta da nessuna parte di buono.


“Persone che stanno perdendo tutto, casa, lavoro, ogni cosa creata a fatica con gli anni. Queste persone sono tantissime, che fine faranno se non si piegano?”

A cosa si debbono piegare? Piegarsi non porta a nulla, agire in un certo senso invece si, porta alla salvezza. E’ un senso che ho provato a spiegare a molti, ma alla fine nessuno ha capito, a parte quelli che sono qui dentro, a parte te, che non credo tu abbia capito.


“La verità è che avranno una sorte peggio della morte, un declino lento ed inesorabile, fatto di sofferenze e rinunce sempre più grandi”

Si, è vero. E cosa possiamo fare? Che colpa ne abbiamo noi? Perché dici queste cose qui dentro? Questo è un gruppo di persone che si sono resi conto di tutto questo, e che vogliono darsi da fare per evitare di fare quella fine. Che cosa ci interessa a noi della fine che faranno tutte queste persone? Anche a noi dispiace, non per i fancazzisti che aspettano il salvatore dall’alto dei cieli, ma per quelli che pur capendo e capaci di reagire, di FARE, non possono fare perché non sanno cosa fare, persone che magari sono lì, alla disperata ricerca di soluzioni vere e concrete, cioè alla disperata ricerca di noi, ma che non sanno che esistiamo, perché non ci muoviamo abbastanza per farci consocere.


Bene; mi sento dalla loro parte, e la scritta che avete trovato sul mio profilo vuole legittimare questo e quanto scritto sopra.”

Se ti senti dalla loro parte in senso di empatica, è comprensibile, ma se ti senti dalla loro parte nel senso di “sto con loro”, allora perché sei qui? Se vuoi rimanere nelle sabbie mobili per simpatia con tutti coloro che sono vittime dellla loro ignoranza e sei disposto a sprofondare con loro, perché sei parte di questo gruppo? Perché hai investito ne La SOluzione acquistando quote?


“Detto ciò, sono voluto rientrare perché voglio capire, perché evidentemente mi sfugge qualcosa, capire cosa c’è di giusto in questo futuro”

Si, ti mancano pezzi improtanti, che forse non hai avuto, perché te ne sei andato in cerca di informazioni da qualche altra parte, invece che chiedere e parlarne qui, con me, la persona che dirige il gruppo imprenditoriale in cui hai deciso di investire.
Di giusto nel mondo futuro, non “in questo futuro”, è che gli uomini potranno vivere in completa libertà e in armonia con la natura. Gli uomini potranno finalmente avere tutto quello che gli serve per stare bene e per contribuire al progresso, senza ricorrere ad ECCESSIVO sfruttamento, prima di tutto umano, ma anche di risorse nautrali in genrale. Il futuro è il mondo migliore in cui tutti, tu compreso, vorrebbero vivere, un mondo che specie di paradiso terrestre, in cui né io, né tu, né nessuno in vita oggi, avrà la fortuna di vivere, ma un mondo in cui coloro che si sono adoperati oggi e in passato per creare, saranno ringraziati per averlo voluto.


“…sarò ancora legato (forse sono ancora legato) ad ideologie passate e contro la nostra natura e non riesco a liberarmene per comprendere lo scopo ultimo e voglio mettermi in discussione per capire.”

Per questo motivo ti sto rispondendo.

Leave a Reply

This site uses User Verification plugin to reduce spam. See how your comment data is processed.